Torna a Eventi FPA

News

FORUM PA LOMBARDIA: il 24 novembre a Milano le Regioni si confronteranno sui modelli di presa in carico della cronicità

di Antonio Veraldi.

La cronicità ha una significativa rilevanza, in progressiva crescita, nel SSN: si stima che nei paesi avanzati circa il 70-80% delle risorse sanitarie sia oggi speso per la gestione della cronicità. Nel 2020, le malattie croniche potrebbero rappresentare l’80% di tutte le patologie nel mondo. Di riflesso anche i costi sono crescenti. Per rimanere nel nostro Paese riportiamo un dato calcolato nel 2016: un terzo delle visite generiche e di quelle specialistiche sarebbe erogato alla popolazione multi-cronica. Nel 2010, invece, la spesa per ricoveri ospedalieri è stata attribuita per il 51% alla fascia di età over 65; in questa fascia di età si concentra anche il 60% della spesa farmaceutica territoriale, mentre la spesa pro capite di un assistito di età over 75 è 11 volte superiore a quella di una persona appartenente alla fascia 25-34 anni.

Partendo dalla Delibera 6164/2017 della Giunta Regionale della Lombardia, che lancia un sistema proattivo per la presa in carico di pazienti cronici, FORUM PA Lombardia vuole essere un momento di confronto e scambio tra le Regioni sui diversi modelli assistenziali adottati e su cosa cambia per i cittadini in ciascun territorio. In quale modo il paziente viene accompagnato nei diversi percorsi di cura della cronicità? Quali gli attori principali della filiera della continuità assistenziale? Quali tecnologie saranno a supporto della presa in carico?

Un confronto a più voci tra Regioni e Province Autonome sui provvedimenti che stanno dando attuazione ai contenuti del Piano Nazionale della Cronicità (PNC) nei rispettivi ambiti territoriali, con l’adozione di differenti soluzioni organizzative coerenti con le esigenze di programmazione regionale.

In particolare, FORUM PA LOMBARDIA è l’occasione per:

  • Far emergere e valorizzare insieme le opportunità scaturite ai fini della tutela della salute delle persone dall’adozione di modelli organizzativi differenti nei diversi ambiti regionali.
  • Leggere e interpretare insieme le criticità legate ai processi di innovazione del welfare regionale in tema di cronicità.
  • Sistematizzare tra le Regioni le opportunità e le criticità affiorate in seguito alle iniziative e agli interventi in tema di malattie croniche perché messe a fattor comune possano rendere più velocemente omogeneo il processo diagnostico-terapeutico.

Organizzazione dei lavori del 24 novembre

I lavori della mattina saranno aperti da una relazione introduttiva dell’assessore Giulio Gallera e si svilupperanno con due sessioni parallele di lavoro collaborativo, che vedrà protagonisti Dipartimenti welfare e salute delle Regioni, strutture sanitarie, terzo settore, associazioni dei cittadini e dei pazienti, imprese industriali fornitrici della filiera sanitaria:

  • Modelli assistenziali dei Territori a confronto. Il paziente nei diversi percorsi di cura e di accompagnamento della cronicità. Gli attori principali della filiera della continuità assistenziale.
  • Strumenti e tecnologie ITC a supporto delle cronicità

Nel pomeriggio, interventi dei rapporteur delle sessioni parallele della mattina porteranno le priorità emerse a una tavola rotonda di confronto tra gli assessori regionali al welfare e salute.

A breve il programma dettaglio.

La partecipazione ai lavori è aperta e gratuita, ma sarà necessario iscriversi, indicando le sessioni cui si intende partecipare. Per l’ingresso a Palazzo Lombardia, sede dei lavori, è necessario portare con sé un documento di riconoscimento valido per le procedure di sicurezza.